Sciatore, Padre, Vigile del fuoco; Incontriamo Josh Bibby

"Benvenuti nelle sessioni di domande e risposte di Always Good Times di Elan con i nostri atleti. Questa è una serie in tre parti in cui abbiamo chiesto ai nostri fan di dirci che domande volevano fare ai nostri atleti. Ogni atleta si è impegnato a rispondere da casa a ogni domanda durante la sua bassa stagione. Ecco la prima puntata con Josh. Divertiti!”

Durante l'anno puoi trovare il canadese, Josh Bibby, che fa di tutto dallo sci in slitta al vigile del fuoco a Vancouver per partecipare con suo figlio a nuove avventure. Josh risponde a tutte le domande dalle guerre dei fuochi, alle acconciature preferite a chi ha influenzato maggiormente il suo sci.

Com'è stato il passaggio dall'essere uno sciatore professionista a una carriera nei vigili del fuoco?

Sono ancora in fase di passaggio da sciatore professionista a pompiere, in questo momento sto facendo entrambe queste cose fantastiche e sto lavorando davvero bene! Quindi direi che al momento sta andando molto bene.

E' stato come perdere tuo figlio in una gara push up?

La gara di push-up è stata un po 'una finzione e non è stata una vera scommessa, quindi Bodin è ancora mia. Se la scommessa fosse stata reale, Reed sarebbe stato anche un grande papà per Bodin, ahah!

Chi avrebbe vinto, tu o Bushy- nella gara dei fuochi?

Bushy e io abbiamo fatto diverse guerre nel corso degli anni, ma non sono sicuro ci sia mai stato un vincitore, quindi la battaglia continua.

Sciatore, Padre, Vigile del fuoco; Incontriamo Josh Bibby Sciatore, Padre, Vigile del fuoco; Incontriamo Josh Bibby

Hai partecipato a numerosi eventi - Dew Tour, X Games, JOI - qual è il tuo miglior ricordo di queste competizioni e perché?

E’ stata il gruppo dei concorrenti di questi concorsi a cui ho partecipato che ha resa un'esperienza così irreale. Eravamo un gruppo di atleti davvero speciale e molti di noi sono ancora molto uniti. Mi vengono in mente molti ricordi, ma il tema generale è che tutti competevamo per tutti. Ci siamo allenati tutti, gareggiato duramente e festeggiato insieme ad ogni evento. I ricordi più belli sono stati girare per il mondo e farlo con i miei migliori amici, non c'è niente di meglio di così.

Qual'è il tuo film di sci a cui hai partecipato che preferisci

Potrebbe essere Red Tape della Plehouse films, questo è stato il mio primo film distribuito a livello internazionale in cui sono stato coinvolto e la società è stata gestita da alcuni dei miei idoli dello sci con cui sono cresciuto. Era la prima volta che ho partecipato a un film con persone che avevo visto nei film mentre crescevo, quindi era molto surreale.

Qual'è il tuo trick preferito?

720 tail grab, è sempre stato il mio trick favorito fin dagli inizi anche quando atterri a metà strada.

Quale sciatore ti ha influenzato di più

Mio padre è davanti a tutti ma c'è una lunga lista di sciatori che hanno e continuano a ispirarmi. Mio padre mi ha insegnato a sciare e mi ha allenato per un po '. Era lui stesso un freestyler degli anni '70, quindi è stato il primo a mostrarmi come saltare.

Quanti anni avevi quando hai avuto per la prima volta uno sci che porta il tuo nome?

Il primo modello su cui abbiamo lavorato è stato quando avevo 21 anni. È uscito al pubblico la stagione successiva.

Il migliore look; Capelli lunghi e barba incolta o capelli corti e baffi?

Ahah, beh, non ho molta scelta ora visto che i miei capelli stanno diradandosi prima del previsto, quindi andrò con i capelli corti e i baffi. Sono un po 'più faciie da gestire e meglio per guidare con il finestrino abbassato.

Stai facendo una gita in slitta verso una baita il backcountry. Qual'è un articolo che non è essenziale per il viaggio e che devi assolutamente imballare.

Probabilmente mi viene in mente una fionda, o un’ascia, per scopi di intrattenimento. Potrei anche includere la birra per essere onesti.

Puoi sciare solo con un paio di sci per l'intera stagione. Che sci scegli?

116 Ripstick 193cm, scio sempre con questo sci.